Parco Nazionale delle Colline Metallifere
1 Maggio 2020
Arcidosso
14 Dicembre 2018

Capalbio

Capalbio è uno dei più affascinanti paesi della Maremma. Piccolo e circondato da boschi e da uliveti, si trova su una collina a pochi chilometri dal mare. Per la sua posizione è stato ribattezza “la piccola Atene”. Le mura medioevali che lo circondano nascondono una serie di graziosi vicoli fioriti, piccole botteghe e ristoranti oltre alla splendida piazza Magenta dai cui bastioni è possibile ammirare una vista mozzafiato..
Continua la lettura

Dalle alte mura, infatti, si vede il mare, il lago di Burano - oasi naturalistica di importanza internazionale -, l’Argentario e l’isola di Giannutri, ma anche tutta la movimentata campagna che si spinge verso Manciano e il Lazio. Diventata nota per la nutrita presenza di politici italiani, grazie alla campagna tranquilla e alle lunghe spiagge sabbiose oggi è diventata una meta ideale per le vacanze in qualsiasi stagione. Capalbio è stata da sempre zona di confine e la costa è presidiata da torri spagnole di avvistamento: Torre di Burianaccio, di Macchia Tonda e di Selva Nera, mentre nelle campagne si conservano ancora le vecchie Dogane e il Palazzo del Chiarone sul confine tra il Gran Ducato di Toscana e lo Stato Pontificio. Da non perdere assolutamente il Giardino dei Tarocchi, nato dalla visione fantastica della scultrice francese Niki de Saint Phalle. Il Giardino è la più grande raccolta delle opere dell’artista e le sue statue, ispirate alle figure degli arcani maggiori del mazzo dei tarocchi, danno vita a un percorso esoterico ispirato al Parc Güell di Gaudì a Barcellona. L’Oasi del Lago di Burano è tra le più vecchie riserve naturalistiche italiane; fondata e gestita dal Wwf, occupa una superficie costiera di 410 ettari di cui 140 occupati dal lago, ed è un’oasi di pace per il birdwatching- La duna costiera, le pinete costiere e la macchia mediterranea proteggono il lago in cui svernano numerosi specie di uccelli migratori. Il mare di Capalbio è sinonimo di vacanza da vip, con lunghi tratti di spiaggia libera e strutture frequentate dal “jet set”: in primis l’Ultima Spiaggia e il Frigidaire.

Arte e cultura

L’affascinante borgo di Capalbio, malgrado le alterne vicissitudini, ha saputo conservare sostanzialmente intatto il suo antico impianto medievale. La passeggiata lungo il tracciato delle mura - sulle quali si può percorrere integralmente l’antico cammino di ronda - permette di scoprire angoli nascosti dell’antico borgo e, allo stesso tempo, di spaziare sul panorama aperto e suggestivo di tutta la campagna circostante.
Continua la lettura

Le Mura di Capalbio sono la cerchia difensiva del borgo, con una prima cinta muraria di origine medievale risalente al periodo tra l'XI e il XII secolo voluta dagli Aldobrandeschi per la funzione di difesa e avvistamento attorno alla Rocca, centro del potere feudale. Nel Quattrocento, sotto l'amministrazione della Repubblica di Siena, ci furono delle modifiche alla struttura con la costruzione di una seconda cinta muraria. Una delle porte, la Porta Senese, dispone ancora delle ante originali del Quattrocento in legno massiccio e conserva la lapide del 1418 in ricordo della ristrutturazione delle mura e lo stemma mediceo del 1601, anno in cui Capalbio fu annessa al Granducato di Toscana. All’interno delle mura si trovano importanti edifici come la Chiesa di San Nicola, edificata in epoca medievale e che conserva al suo interno pregevoli affreschi e il Palazzo Collacchioni, costruito in stile rinascimentale e addossato alla possente rocca medievale nel cuore del centro storico. Nell’agro di Capalbio da segnalare il sistema di avvistamento con il Forte di Macchiatonda e le Torri di Buranaccio e Selva Nera e le Dogane Pontificie: una serie di edifici ubicati alle estremità meridionali del territorio comunale di Capalbio, zona di confine tra il Granducato di Toscana e lo Stato della Chiesa; tra le sedi doganali di controllo del transito tra i due stati merita citare il Palazzo del Chiarone, imponente edificio con pianta quadrangolare e un caratteristico porticato, e il complesso della Villa del Fontino presso l'abitato di Pescia Fiorentina, oggi residenza agrituristica. Da citare infine, nei pressi di Pescia Fiorentina, il Giardino dei Tarocchi: nato dalla fantasia della scultrice francese Niki de Saint Phalle, il Giardino è la più grande raccolta delle opere dell’artista e le sue statue, ispirate alle figure degli arcani maggiori del mazzo dei tarocchi, danno vita a un percorso esoterico ispirato al Parc Güell di Gaudì a Barcellona. .

Natura

La Riserva Naturale del Lago di Burano è un'oasi gestita dal Wwf e occupa una superficie di 410 ettari compresi tra Ansedonia e il Chiarone, di cui 140 occupati dal lago; l’oasi è caratterizzata da una grande biodiversità vegetazionale (dalla flora dunale al ricco sottobosco, dal canneto al bosco di lecci, sughere e roverelle) e faunistica; abbondante soprattutto l’avifauna (oche selvatiche, tarabusi, aironi cenerini, le varie specie di anatre, il falco di palude e il falco pescatore) che rende il sito particolarmente apprezzato per il birdwachting.
Continua la lettura

Le Colline di Capalbio sono un'area naturale protetta a cavallo fra i comuni di Capalbio e di Manciano riconosciuta come sito di interesse regionale e sito di interesse comunitario per il paesaggio collinare fatto di caratteristici boschi di farnetto e per gli agroecosistemi di vecchi filari e alberi sparsi. Regno del cinghiale, queste colline furono il dominio di Tiburzi e di altri briganti della Maremma. Oltre l’area umida di Burano nella zona sono presenti altri sistemi lacustri minori ma di grande importanza e bellezza ecologica e paesaggistica. Il lago di San Floriano è una zona caratterizzata da una flora di particolare interesse e da una fauna ittica costituita soprattutto da cavedani, pesci persici, carpe, trote, tinche e anguille; il Lago Acquato è un bacino lacustre non distante dalla sorgente del fiume Chiarone e raggiungibile mediante la Strada della Sgrilla, strada che dalla omonima località nel comune di Manciano conduce a Capalbio. Entrambi i laghi rientrano fra i siti di interesse comunitario per i loro delicati ecosistemi e per le particolarità naturalistiche dell'area in cui si trovano. La presenza di una così estesa e varia presenza di aree protette rende questo lembo di Maremma un paradiso per gli amanti della natura e, in particolare, del birdwatching e del trekking naturalistico. .

Mare

Il mare di Capalbio si caratterizza per la lunga distesa di spiagge con molti tratti liberi e di sabbia ferrosa, protette da piccole dune sulle quali tra cespugli di ginepro e lentisco germogliano i gigli di mare, e tutte facilmente raggiungibili dalla SS Aurelia e dalla strada provinciale litoranea.
Continua la lettura

La spiaggia della Torba è il proseguimento della spiaggia che inizia dal promontorio di Ansedonia e dalla Tagliata Etrusca. La spiaggia colpisce per la sua sabbia tra il nero e l’antracite, che mano a mano sfuma scorrendo verso il lato orientale del litorale. La spiaggia di Macchiatonda è il tratto centrale del litorale di Capalbio e si trova all’inizio del Lago di Burano; nel tratto terminale del litorale toscano, tra la foce del Chiarone e la riserva faunistica del lago di Burano, si trova invece l’Ultima Spiaggia che si tuffa in un mare così cristallino e popolato da sembrare quello tipico dei fondali rocciosi. L’ultima spiaggia della Toscana è diventata famosa con il nome dell’omonimo elegante stabilimento che qui offre servizio di noleggio ombrelloni, ristorante e bar. A Capalbio i cani hanno libero accesso non solo al passo chiamato del Wwf, dove ci sono diversi chilometri di spiaggia disponibile sia in direzione sud che verso nord, ma anche in località Graticciaia, a 250 metri nord dallo stabilimento Ultima Spiaggia e in località Torba a 450 metri sud dallo stabilimento Frigidaire. .

Sport

Nel litorale di Capalbio ampi tratti a spiaggia libera si alternano con strutture a pagamento e zone dedicate agli sport acquatici come il kite e il windsurf. Ormai appuntamento fisso il Foil Pride, tradizionale raduno dedicato alla tribù del Kitesurf presso il Campeggio di Capalbio: iniziata come un evento indipendente la manifestazione nel corso degli anni ha visto riunirsi presso la struttura un numero sempre crescente di appassionati provenienti da tutta Italia e dall’estero.
Continua la lettura

Per i cicloturisti consigliato è l’”Itinerario alla scoperta della Costa d’Argento in bici”, un percorso di 35 km da Ansedonia all’Oasi di Burano attraverso la SP 68, il Giardino dei Tarocchi e con ritorno ad Ansedonia tramite la Pedemontana. https://www.visittuscany.com/it/itinerari/alla-scoperta-della-costa-dargento-in-bici/. Il territorio, in gran parte pianeggiante o con asperità modeste, permette comunque escursioni in bici anche per i non allenati per le strade interne a monte della via Aurelia. Per gli amanti del turismo a cavallo segnaliamo che in zona sono attivi numerosi maneggi. Uno per tutti: ASD Maneggio I Poggetti sulla via Pedemontana. .

Enogastronomia

A Capalbio, terra di briganti e bracconieri, il must è rappresentato dai prodotti derivati dal cinghiale (prosciutti, salsiccia, salami)
Continua la lettura

A Capalbio, terra di briganti e bracconieri, il must è rappresentato dai prodotti derivati dal cinghiale (prosciutti, salsiccia, salami)

Terme

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit. Vivamus semper enim nibh, luctus mollis magna rutrum mattis. Donec nulla lacus, dignissim nec tempus id, hendrerit a sapien.
Continua la lettura

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit. Vivamus semper enim nibh, luctus mollis magna rutrum mattis. Donec nulla lacus, dignissim nec tempus id, hendrerit a sapien. Mauris ac libero mattis, faucibus felis et, convallis sapien. Integer eu felis augue. Integer vel sem eleifend, auctor magna a, ullamcorper sapien. Maecenas vestibulum, odio nec aliquet pulvinar, elit neque consectetur metus, sed mollis mauris odio sed nisl. Nunc ante augue, lacinia et tempor eget, blandit at eros. Sed porttitor accumsan nulla, vitae interdum tellus scelerisque at. Aliquam vitae massa ac elit dignissim ullamcorper. Praesent non arcu eget purus dignissim dignissim ut in metus. Integer varius est at diam pellentesque laoreet. Cras feugiat consectetur pulvinar. Cras id commodo libero. Fusce et est ut lectus rutrum dignissim sit amet sed mauris.

Feste ed eventi

Capalbio Cinema International Short Film Festival è stato inaugurato da Michelangelo Antonioni nel 1994 e da allora promuove il cinema con un occhio particolare rivolto al cortometraggio d'autore italiano e internazionale. Il Festival si svolge tutti gli anni nella prima quindicina del mese di luglio. Capalbio Libri è una manifestazione dedicata al piacere di leggere e si svolge ogni anno nel mese di agosto nella deliziosa cornice di Piazza Magenta
Continua la lettura

L• Capalbio Cinema International Short Film Festival è stato inaugurato da Michelangelo Antonioni nel 1994 e da allora promuove il cinema con un occhio particolare rivolto al cortometraggio d'autore italiano e internazionale. Il Festival si svolge tutti gli anni nella prima quindicina del mese di luglio. Capalbio Libri è una manifestazione dedicata al piacere di leggere e si svolge ogni anno nel mese di agosto nella deliziosa cornice di Piazza Magenta .